Modalità di accesso

Casa di Cura Privata “San Francesco”

L’accesso presso la Casa di Cura privata “San Francesco” ad indirizzo riabilitativo è finalizzato a pazienti provenienti da UU.OO. ospedaliere per acuti, salvo casi particolari per i quali è previsto l’accesso su richiesta del Medico di medicina generale o del Pediatra di libera scelta.

La richiesta deve essere presentata al SAU (Servizio Accettazione Unificato) al piano terra della sede centrale.

L’accettazione della proposta di ricovero è subordinata ad una procedura di verifica dell’appropriatezza e della disponibilità del posto letto.

Centro di Riabilitazione

Per la richiesta di accesso alle prestazioni rivolgersi al medico di medicina generale, o al pediatra di libera scelta dell’assistito, o al responsabile del reparto ospedaliero in cui è ricoverato il paziente.

Per i pazienti della regione Abruzzo

L’autorizzazione all’accesso alle prestazioni residenziali, semiresidenziali, ambulatoriali e domiciliari è di competenza esclusiva delle Unità di Valutazione Multidimensionale (UVM).

Per i pazienti di altre Regioni

E’ necessario munirsi di apposita autorizzazione all’accesso.

La richiesta deve essere presentata al SAU (Servizio Accettazione) al piano terra della sede centrale per le degenze e presso i rispettivi siti di cura per le altre tipologie assistenziali.

L’accettazione al Centro di Riabilitazione prevede una procedura di verifica di congruità della richiesta e di disponibilità del posto nel sito assegnato, ferma restando la durata di validità dell’autorizzazione all’accesso fissata per Legge a 10-15 giorni.

Eventuali prolungamenti della degenza, se necessari, dovranno essere autorizzati dal’UVM.

Centro Socio Sanitario Assistenziale

La struttura opera nel campo dell’assistenza socio-sanitaria, socio-assistenziale e riabilitativa. La mission è quella di accompagnare l’ospite nel suo percorso di cura preservandone in ogni momento la dignità e l’integrità.

Accoglie anziani non autosufficienti che abbiano compiuti i 65 anni di età. È un centro privato, dunque con spese a carico dell’ospite. Agli ospiti è garantita la presenza di un’equipe specializzata che opera secondo un’ottica multidisciplinare per rispondere ai singoli bisogni.

Ai ricoverati vengono garantiti i seguenti servizi: assistenza medica e infermieristica h24; assistenza e supporto h24 nel compiere gli atti quotidiani della vita da parte del personale socio-sanitario; colloqui psicologici di sostegno per gli assistiti e i familiari; fisioterapia finalizzata al recupero della capacità motoria quando possibile e/o mantenimento delle capacità motorie residue; terapia occupazionale, attraverso il laboratorio di lavanderia, il laboratorio di cucina e quello di stimolazione cognitiva, finalizzata al recupero e a un miglior uso delle funzioni necessarie a compiere gli atti quotidiani della vita con la massima autonomia possibile; menù specifici e bilanciati per patologia e per intolleranze. Inoltre, con spese a carico dell’assistito, è previsto, su chiamata, il servizio parrucchiera.

Centro di Riabilitazione Psichiatrica

Per l’accesso alle strutture residenziali psichiatriche si deve rispettare la seguente procedura:

  • formulazione della richiesta su ricettario unico del SSN, dal Medico di Medicina Generale o dal Medico Specialista Ospedaliero o convenzionato, completa di diagnosi, indicazione terapeutica, data, timbro e firma del prescrittore;
  • presentazione della richiesta al PUA (Punto Unico di Accesso) competente territorialmente per residenza del paziente, il quale rilascia una ricevuta della richiesta con la data di presentazione;

L’autorizzazione viene rilasciata dal Dipartimento di Salute Mentale competente, riportante la tipologia di struttura residenziale per cui si autorizza l’accesso.